Voucher Innovation Manager PMI

Come beneficiare della consulenza di una manager o un’azienda specializzata a sostenere i processi di trasformazione tecnologica e digitale della tua azienda spendendo la metà!

L’articolo 19 comma 23 della Legge di Bilancio 2019 prevede un fondo da 75 milioni (25 milioni annui) per gli anni 2019, 2020 e 2021 che sarà utilizzato per finanziare consulenze per progetti innovativi. Si tratta di un beneficio a solo vantaggio delle reti di impresa e delle Micro, Piccole e Medie Imprese, in regime “de minimis”.

Cosa è il Voucher Innovation Manager?

Il Voucher Innovation Manager è un contributo a fondo perduto, nella forma di voucher, per l’acquisto di prestazioni consulenziali di natura specialistica finalizzate a sostenere i processi di trasformazione tecnologica e digitale attraverso le tecnologie abilitanti previste dal Piano nazionale impresa 4.0 e di ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi dell’impresa, compreso l’accesso ai mercati finanziari e dei capitali.

Accedi subito al Voucher Innovation Manager

Beneficiari del Voucher Innovation Manager

PMI

Le Piccole e Medie Imprese, disciplinate e definite dalla raccomandazione 2003/361/CE della Commissione del 6/5/2003, risultano tra le beneficiarie dell’intervento e dalle prestazioni dell’Innovation Manager. Per la definizione di PMI fa riferimento la norma ex art. 1 “La categoria delle microimprese delle piccole imprese e delle medie imprese (PMI) è costituita da imprese che occupano meno di 250 persone, il cui fatturato annuo non supera i 50 milioni di EUR oppure il cui totale di bilancio annuo non supera i 43 milioni di EUR.

Reti di Imprese

Potranno accedere ai contributi anche le reti di imprese (di cui all’art. 3, comma 4-quater, del D.L. 10 febbraio 2009, n. 5/2009, convertito dalla legge n. 33/2009 e ss.mm), a condizione che il programma comune di rete preveda lo sviluppo di processi innovativi in materia di trasformazione tecnologica e digitale attraverso le tecnologie abilitanti previste dal Piano nazionale impresa 4.0 e di organizzazione, pianificazione e gestione delle attività, compreso l’accesso ai mercati finanziari e dei capitali.

Qual è il valore massimo del Voucher?

Micro e Piccole Imprese

Il contributo è riconosciuto in relazione a ciascun periodo d’imposta in misura pari al 50 per cento dei costi sostenuti ed entro il limite massimo di

40.000 euro

Medie Imprese

Alle medie imprese, come definite dalla citata raccomandazione 2003/361/CE, il contributo di cui al primo periodo è riconosciuto in relazione a ciascun periodo d’imposta in misura pari al 30 per cento dei costi sostenuti ed entro il limite massimo di

25.000 euro

Rete d’impresa

In caso di adesione a un contratto di rete ai sensi dell’articolo 3, commi 4-ter e seguenti, del decreto-legge 10 febbraio 2009, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 aprile 2009, n. 33, avente nel programma comune lo sviluppo di processi innovativi in materia di trasformazione tecnologica e digitale attraverso le tecnologie abilitanti previste dal Piano nazionale impresa 4.0 e di organizzazione, pianificazione e gestione delle attività, compreso l’accesso ai mercati finanziari e dei capitali, il contributo è riconosciuto alla rete in misura pari al 50 per cento dei costi sostenuti ed entro il limite massimo complessivo di

80.000 euro

Modalità di accesso al Voucher Innovation Manager

Nelle Legge di Bilancio è specificato che “i contributi sono subordinati alla sottoscrizione di un contratto di servizio di consulenza tra le imprese o le reti beneficiarie e le società di consulenza o i manager qualificati iscritti in un albo istituito con apposito decreto del Ministro dello Sviluppo Economico, da adottare entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge.”

Questo vuol dire che per beneficiare del voucher bisognerà stipulare un contratto di consulenza solo con aziende o manager regolarmente iscritti nell’albo.
Le modalità di accesso e i termini per la presentazione delle domande di scrizione all’albo sono indicate, dal Ministero dello Sviluppo Economico, nel decreto direttoriale del 29 luglio 2019.

Tempistica per voucher innovation

Il Ministero dello Sviluppo Economico si è impegnato a stabilire con apposito decreto, i requisiti soggettivi, i criteri e le modalità per la concessione dei contributi e l’istituzione dell’elenco delle società e dei professionisti dal quale selezionare l’Innovation Manager.

I manager qualificati e le società di consulenza devono presentare le istanze di iscrizione all’elenco Mise esclusivamente tramite la procedura informatica, accessibile nell’apposita sezione “Voucher per consulenza in innovazione” del sito web del Ministero dello Sviluppo Economico, dalle ore 10.00 del 27 settembre 2019 alle ore 17.00 del 25 ottobre 2019.

A breve, come apparso sul sito del MISE, sarà pubblicato il secondo provvedimento previsto dal Decreto del 7 maggio 2019, che disciplina le modalità con le quali sarà possibile presentare la domanda per richiedere il Voucher innovation manager.

Voucher Innovation Manager PMI

Chi è l’Innovation Manager?

L’Innovation Manager è responsabile dell’innovazione e trasforma le idee in valore per l’azienda.
Ricordiamo che i voucher possono essere attivati solo da collaborazioni con Innovation Manager iscritti in un albo ministeriale.

Per saperne di più sulla figura e le sua potenzialità , visita il sito Innovation Manager PMI.

ISCRIVITI E RESTA AGGIORNATO SUL VOUCHER INNOVATION

I vantaggi legati alla possibilità di ottenere il Voucher Innovation Manager sono numerosi. Se vuoi aggiornamenti sul bando e capire meglio come ottenere il beneficio da 40.000 euro a fondo perduto, iscriviti alla nostra mailing list dal modulo qui a destra. Sarai costantemente aggiornato in merito alle opportunità e alle modalità di accesso connesse al Bando.

Una volta iscritto, gli esperti della BE Informatica potranno indicarti come utilizzare al meglio il Voucher ed informarti sui servizi aziendali, progettando con te il miglior percorso di innovazione e digitalizzazione per la tua Azienda.